La cifra dell’eternità

E’ solo una grande avventura. L’inizio, l’amore, la fine, il tradimento, l’abbandono. L’insonnia, l’ebrezza e il mal di testa,  le botte, il sonno, il sogno. Scrivevo un post il 17 agosto 2004, violento e struggente, al cospetto del presagio della fine, irrevocabile. Tra un battito di ciglia e fiato, la vita m’ha sorpreso di nuovo. Arretro gli artigli, e sorrido, lontano dal … Continua a leggere

Alcuni dubbi sull’esito elettorale

Chi ha vinto? I sigg. B. sostengono la necessità di ricontare; che visto il gruzzoletto minino di voti di scarto, chissà, potrebbe esserci un altro colpo di teatro… La sinistra intanto: ma sì diamoci pacche sulle spalle di chi brinda alla vittoria (per inteso per distacco o al fotofinish, la vittoria è vittoria e questo è un dato culturale che non può essere discusso), certo il fotofinish … Continua a leggere

Una regina è sempre una regina

… E del godere vorrei fare il mio mestiere. Mestiere di godere e far godere. Prima lei signora, e m'approfitto poi, per piacer suo, del piacer che mi darà con gusto. Io mi prendo il giusto,  perché il piacere, chi lo gode, non lo gode da sé, ma è dall'altro, che gode.Diffido perciò di chi troppo soffre, perché, l'ho conusciuto, non soffre del soffrire … Continua a leggere

diverse crudeltà

Notti. Ci sono notti in cui si dorme. Beati coloro che dormono. Dormono come angioletti. Senza sesso. Senza senso. Poi alcuni disperati senza sesso, non dormono. Senza senso anche loro. Ma chi non deve dannarsi troppo, chi può accoccolarsi con l'amante, chi può dormire non d'angioletto, apre la mano sinistra, chiude la destra e la strige forte. Forte fino al dolore. E con la … Continua a leggere

Buon anno

      E' dai luoghi più silenziosi, più profondi, catarrosi. Luoghi olfattivi dove magari si perdesse il fiato. Taglia corto il respiro. E' di lì che, se si tende l'orecchio, da quel mostruoso silenzio, senza quiete profonda e seghe varie, si sente fioco un brusio, che non è un brusio, ma una voce forse, e forse no. Forse è un vento che fischia … Continua a leggere

ORA CAVALCO

"Storia dell'estetica l'incoscio lingua discorso società i fondamenti della teoria del linguaggio l'eneide" do due colpi di tosse, sarà colpa della polvere di questi libri e dei tanti altri kg di lacan freud husserl nietzsche bogza jacobson, no è tosse catarrosa da bronchite e non da polvere di libri. Quei libri stanno lì da anni, solo lacan ne esce spesso, … Continua a leggere

Mistero

Devo fare un lavoro noioso. Non amo fare i lavori noiosi. Ma siccome ci  guadagno un sacco di soldi, mi tocca. Devo fa combaciare, nomi, date, ore, attività, azioni, obiettivi. Non è che devo far molto. Roba di un'oretta a lavorare neanche sodo. Poi il vero lavoro noioso lo lascio all'impiegata, non mi sogno nemmeno di farlo. Vado a casa, mentre … Continua a leggere